Blog - Forme che prende l'amore / Shapes Love Loves to Take

Go to content

Main menu:

Leros Solidarity Network Italia - Report 1

Published by Maurizio Costantino in Leros Solidarity Network · 16/11/2015 19:30:00
Tags: LerosRifugiatiSiriaPace
Lunedì 16 nov.2015
Da stamane apro e gestisco il magazzino: smistare scarpe, vestiti, qualche giocattolo, trousse con sapone, dentrificio.......e poi a disposizione di singoli rifugiati. Mamma con figliola di 11 anni e bimbo di 3, che mi sorprende saltandomi al collo per la gioia degli stivaletti che ho pescato in fondo ad uno scatolone. E vengono a lavorare, tra il magazzino ed il campo rifugiati (sotto l'amministrazione ed il controllo della guardia costiera) un gruppo di cinque lavoratori di una impresa di Salonicco, che paga loro una settimana di volontariato a Leros...efficai e di poche parole. Passa anche Dimitri, noto come Djmmj, perché ha girato il  mondo per 30 anni come marinaio e ha vissuto anche in America con la sua girlfriend di New York. Divide con me il suo panino (di ottima mortadella !) e mi offre una coca light; ed è lui che ringrazia me! Poi vengono a prendermi Matina e Spiros (i fondatori di LSN, nato per soccorrere le vittime della crisi greca !!! e trovatosi già da 4 anni ad accogliere rifugiati) ed andiamo al vecchio padiglione dell'Ospedale "Pikpa" che, con finanziamenti tutti da privati cittadini, viene rpulito a fondo e, speriamo prima dell'inverno, potrà accogliere 200 persone in transito.


*




Pane e Coraggio

Published by jaya in Leros Solidarity Network · 11/11/2015 09:58:00
Tags: rifugiatipaceLeros



amici maschi, non è forse vero?

Published by jaya in insights · 24/7/2015 09:18:00



Oggi c'è una sosta ed il mio cuore se ne va all'incontro di sé stesso.

Published by jaya in insights · 18/7/2015 12:16:00


Prigioniero della caverna, eccomi qui, solo, di fronte all'ombra del mondo. Pomeriggio di gennaio. Ma il freddo resta lontano nell'aria. Dappertutto una pellicola di sole che scricchiolerebbe sotto un'unghia, ma che riveste tutte le cose con un eterno sorriso. Chi sono io e cosa posso fare se non entrare nel gioco del fogliame e della luce. Essere questo raggio di sole nel quale la mia sigaretta si consuma, questa dolcezza e questa passione discreta che respira nell'aria. Se cerco di raggiungermi, è giusto in fondo a questa luce. E se tento di comprendere e gustare questo delicato sapore mentre offre il segreto del mondo, è me stesso che trovo al fondo dell'universo. Me stesso, questa estrema emozione che mi libera dalle cose. Presto altre situazioni e gli uomini mi riprenderanno. Ma lasciatemi ritagliare questo minuto nella stoffa del tempo, come altri lasciano un fiore tra le pagine. Vi racchiudono una passeggiata durante la quale l'amore li ha sfiorati. Ed io anche, io anche passeggio, ma c'è un dio che mi carezza. La vita è corta ed è un peccato perdere il proprio tempo. Io perdo il mio tempo tutto il giorno e gli altri dicono che sono molto attivo. Oggi c'è una sosta ed il mio cuore se ne va all'incontro di sé stesso.



lei

Published by jaya in insights · 8/7/2015 21:04:00




Older posts
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.
Back to content | Back to main menu